chi siamo

Dalla sua costituzione, avvenuta nel 1988, LEXIS dichiara i propri campi d’interesse e finalità di studio nel sottotitolo in frontespizio: Poetica, retorica e comunicazione nella tradizione classica.
Un’attenzione particolare si è data, nella fase iniziale, alla critica del testo intesa come ermeneutica della tradizione antica e moderna.
La rivista si è progressivamente aperta a contributi di carattere letterario e storico-filosofico in riferimento al mondo antico.

LEXIS figura tra le riviste di carattere scientifico a cui è riconosciuta la classe A nella lista di valutazione pubblicata dall’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca). È inoltre censita dalla banca dati internazionale Scopus-Elsevier, mentre è in corso la procedura di valutazione da parte della banca dati internazionale Web of Science-ISI.

Tra il 1998 e il 2006 la rivista ha pubblicato il lavoro del gruppo di ricerca sul testo di Eschilo, nell’ambito del dottorato internazionale attivato dall’università di Trento in consorzio con Cagliari, Lille III e Paris EHESS. Nella fase preparatoria ha patrocinato i seminari di Cagliari 1998 su “Il testo di Eschilo e le sue interpretazioni” (atti pubblicati in LEXIS 17.1999); Trento 2000, “Ecdotica ed esegesi eschilea” (in LEXIS 19.2001); Trento 2002, “Metrica ed ecdotica eschilea” (in LEXIS 22.2004); Trento 2004, “Eschilo e la tragedia: comunicazione, ecdotica, esegesi” (in LEXIS 24.2006).

In LEXIS 25.2007 sono stati pubblicati gli Atti del “Seminario Internazionale” dedicato al De fato di Cicerone, svoltosi a Venezia, 10-12 luglio 2006, promosso dal Dipartimento di Filosofia e Teoria delle Scienze dell’Università  Ca’ Foscari di Venezia e dal Dipartimento di Studi Filosofici ed Epistemologici dell’Università di Roma La Sapienza.

Accanto ai numeri della rivista, sono nate nuove collane di volumi:
i Supplementi di LEXIS, iniziati nel 1992, sotto la direzione di Vittorio Citti e Paolo Mastandrea: comprendono soprattutto saggi dedicati alla presenza classica nella civiltà letteraria contemporanea, oltre a raccolte di scritti minori di filologi (Antonio Maddalena, Giacomo Bona, Carles Miralles, Roger D. Dawe).
Dal 2015 è iniziata la Nuova serie dei Supplementi.
i Research Tools di LEXIS, iniziati nel 2000, diretti da Guido Avezzù, Vittorio Citti e Paolo Mastandrea: dedicati agli strumenti di lavoro dell’antichista, come gli studi di analisi formulare del testo di Omero ed Esiodo, condotti da Carlo Odo Pavese e dalla sua scuola veneziana, il Repertory of Conjectures on Sophocles di Liny van Paassen, rivisto e integrato da Guido Avezzù e dai suoi collaboratori veronesi, il New Repertory of Conjectures on Aeschylus, a cura di Vittorio Citti e degli allievi dell’Università di Trento;
i Classics in the Libraries, iniziati nel 2006, diretti da Vittorio Citti, Paolo Eleuteri e Paolo Mastandrea: i primi due saggi sono dedicati rispettivamente alla tradizione manoscritta dei Cavalieri di Aristofane e a una ignota versione cinquecentesca del Prometeo di Eschilo. La collana intende accompagnare gli studiosi dei manoscritti medievali in lingua greca e latina, delle antiche edizioni dei classici e in generale documentare la circolazione e la storia dei testi fino all’età moderna;
LEXIS Ancient Philosophy, nata nel 2008, diretta da Stefano Maso e Carlos Lévy, raccoglie saggi di ermeneutica e di storia della filosofia antica. A tema sono posti i punti nodali della riflessione teoretica analizzati tramite un continuo confronto con i testi: dall’Antiaristotelismo alla ricerca più recente sulle testimonianze epicuree di Ercolano, dal Plato Physicus al commentario al De caelo di Aristotele di Alessandro di Afrodisia.

direzione LEXIS
Vittorio Citti, Paolo Mastandrea, Enrico Medda

redazione LEXIS
Stefano Amendola, Guido Avezzù, Federico Boschetti, Claudia Casali, Lia De Finis, Carlo Franco, Alessandro Franzoi, Massimo Manca, Stefano Maso, Luca Mondin, Gabriella Moretti, Maria Antonietta Nencini, Pietro Novelli, Stefano Novelli, Giovanna Pace, Antonio Pistellato, Renata Raccanelli, Giovanni Ravenna, Andrea Rodighiero, Giancarlo Scarpa, Paolo Scattolin, Linda Spinazzè, Matteo Taufer

comitato scientifico LEXIS
Maria Grazia Bonanno, Angelo Casanova, Alberto Cavarzere, Gennaro D’Ippolito, Lowell Edmunds, Paolo Fedeli, Enrico Flores, Paolo Gatti, Maurizio Giangiulio, Gian Franco Gianotti, Pierre Judet de la Combe, Marie Madeleine Mactoux, Giuseppe Mastromarco, Giancarlo Mazzoli, Gian Franco Nieddu, Carlo Odo Pavese, Wolfgang Rösler, Paolo Valesio, Mario Vegetti, Paola Volpe Cacciatore, Bernhard Zimmermann